TAGCL0UDZ DI QUESTO CIELO

 anarchia   antiproibizionismo   arte   bbs   beat   Beat   Beatnik   bianchi   bici   Bike   Biker   bologna   Boy   censura   cinema   Clubber   contestazione   cyberpunk   di   diossina   diritti   disastri   droghe   dub   Edelweiss   Esistenzialisti   festival   Gammler   Gang   Glam   Gutai   hacking   hardcore   hashish   Hip   hip-hop   Hippie   hippy   HopRaver   Hot   industrial   libertà   libri   londra   lsd   Messenger   metal   milano   Mod   movimenti   musica   mutoid   neri   New   new_wave   no_global   nucleare   Paninari   Piraten   pirati   poesia   Primo_Moroni   programmazione   Provo   Punk   punx   radio   Raggare   rap   Rasta   rave   realta'_virtuali   reti   ribellione   Rockabilly   Rocker   rodder   roma   scherzi   Skater   skin   Skinhead   squat   Stilyagi   Surfer   Swingjugend   taz   techno   Teddy   tibet   Traveller   tribalismo   tv   underground   video   Viper   writing   York   Zazou   Zootie 

Il mio fotodiario del G8 di Genova 20-21 luglio 2001 prima parte

Andando al G8 Genova il mio obiettivo era quello di spedire al sito di "Decoder" un po' di documentazione sulla manif e il clima direttamenta dalla strada, con portatile, macchina fotografica e una interfaccia per telefono cellulare (velocità 9600bd). Questo piano di controinformazione era già stato avviato da Peter Punkk che si trovava a Genova da una ventina di giorni e scriveva quotidianamente su Decoder. Sono partito in bermuda, maglietta, zainetto con dentro i miei media, carta d'idendità, qualche soldo e stop. Mi sono trovato per due giorni - il 20 e il 21 luglio 2001 - nell'inferno, sballottato da una parte all'altra della città senza incontrare gli amici che mi ero prefissato di incontrare e incontrandone casualmente decine di altri. Le foto che ho scattato sono alternate a dei pezzi per "Decoder". Inutile dire che in strada sono riuscito a scrivere 20 righe in tutto. Una buona parte del tempo l'ho infatti passata a scappare dalle cariche. La mia storia è probabilmente uguale a quella di decine di migliaia di altre persone.
Ma ricordardomene in prima persona quest'anno è stato naturale devolvere il 5x1000 delle mie tasse a "Supporto legale", che sostiene le spese dei processi genovesi.

Vai alla seconda parte 

 

 

20/07 Ore 12.15. Il corteo dei Pink è partito da P. Kennedy. Qui sembra una festa, un rave. Venite tutti a Genova!




Provenendo da corso torino il nostro corteo ha incrociato dopo c.so Buenos aires uno spezzone anarchico e alcuni gruppi probabilmente Black. Questi ultimi hanno ingaggiato scontri con la polizia, che poco prima ha peraltro chiuso molte strade.
Sono nervosissimi.
Robocop mi viene incontro minaccioso, meglio levarsi dalle palle.
Occhio ci sono sbirri ovunque. I Pink hanno ripreso la marcia per poi confluire sopra la stazione Brignole assolutamente deserta.
Eccoli, mascherati!
Niente paura noi filmeremo tutto!
Alcuni illusi vogliono usare degli spechietti per abbagliarli.
Intanto il fumo dei lacrimogeni si alza sopra Brignole. Dall'alto vedevamo il fumo nero delle auto in fiamme provenire da Buenos aires.
Ora siamo usciti da via peschiera e ci stiamo ricongiungendo con Rete Lilliput. Ci hanno telefonato di non muoverci che ci sono scontri tutt'intorno, cioè in Dante e Kennedy. Incontriamo dei ciclisti anti-g8.
Un corteo di pacifisti.
Dei cattolici che suonano.
Incontro il mio avvocato, gentleman fratello in tante battaglie.
In giro le rovine della battaglia: un benzinaio distrutto.
La posta smantellata.
Un bancomat bruciato.
Una banca sfondata.
Casonetti fumanti in mezzo alla strada.

La polizia carica a casaccio.

Si scappa anche noi a casaccio. Io mi trovo a fuggire insieme a una suora e a un tipo tedesco con t-shirt dei Korn e passamontagna. Mentre corro incontro una mia amica di Savona che non vedevo da 10 anni e che suonava in un gruppo industrial. I genovesi ci buttano acqua dalle finestre che stiamo morendo di sete e di caldo, Ci hanno aiutato concretamente a sfuggire dalla polizia. Abbiamo potuto verificare con i nostri occhi in molte occasioni cittadini/e di Genova scendere in strada e consigliare strade e vicoli da cui sfuggire ai numerosi caroselli di blindati, Al contrario abbiamo visto molte volte lanci di lacrimogeni dalle finestre delle case e dei palazzi. E ci siamo chiesti: e quelli che abitano e lavorano lì, saranno stati obbligati o erano veramente collaborativi?
Supermezzi blindati ti passano accanto con gli idranti carichi.
Devo andare adesso al megaspezzone dei disobbedienti (20-30.000?). Ci arrivo dopo aver attraversato un ponte sopra Brignole, dobe la polizia ci voleva stringere a panino (noi ervamao la mortadella). Una di fianco a me dalla paura (anch'io ne avevo un casino) si caga letteralmente nei pantaloni. Arriva l'onorevole Daniele Farina e ci porta in salvo dall'altra parte (non pensavo di volergli bene). Non ho ancora capito oggi se tutti quelli in motorino che giravano intorno al corteo erano con noi o contro di noi.
Scendo dal ponte e mi trovo davanti una macchina abbrustolita.
Poi vari gruppi di rifondaroli bardati come giocatori di football americano che confabulano.
Poi dal casino alla testa del corteo in via Tolemaide si capisce che sono in corso dei cazzi seri.
Cominciano tutti a tornare indietro.


E una carica che dura 3 km.
Quelli della LCR francese mi stanno sul cazzo, fanno dei cordoni strettissimi, non fanno passare nessuno, mentre da ambo i lati di Tolemaide la polizia carica, e ci sono poliziotti che dall'alto di una stradina ci tirano addosso dei pietroni. Do un rusone a una tipa francese che non ha capito la situazione e obbedisce agli ordini dei suoi dirigenti, io la sposto per rientrare nelle fila e non essere troppo scoperto.

LEGGI I COMMENTI

Matnab da Bologna Rossa
  28-06-12 22:21
Scusa ma cosa significa rusone? :-P Comunque, non penso che i genovesi siano stati costretti se scendevano in strada ad aiutare i manifestanti

gomma x ale da siena
  17-06-08 11:21
ti ringrazio ma nn esagerare ;-) è stata genova potente, per questo ogni racconto su genova è potente.

Ale da Siena
  17-06-08 11:14
Credo sia la testimonianza più emozionante che ho letto su quei giorni e ne ho lette parecchie di cose su quei giorni.

Bobo da valtellina
  27-07-07 15:44
Grazie per GommaTV, e per questa tua testimonianza. SempreKontro!!!
buon tutto
Bobo


INSERISCI IL TUO COMMENTO

Nome *
Luogo *
Messaggio *

Per favore, inserisci la parola che vedi nell'immagine seguente. Questo serve per prevenire lo SPAM. Se non riesci a leggere la parola, clicca qui.
Immagine CAPTCHA per prevenire lo SPAM
 

gomma.tv è una produzione di "Gomma".  No uso commerciale.
Cookies e privacy
La sezione Podcast è amatoriale. Licenza Siae 666/I/06 - 793

TUTTE LE GALLERIE PHOTOZ

Jello Biafra 2011 - Guarda le foto del concerto
Biafra con i Guantanamo School of Medicine a Milano, mercoledì 22 giugno 2011. Jello sei un GRANDE!
Shocking Tv 2009 - Le foto!
Gli Shocking Tv si sono riformati e spakkano di brutto!
Corteo "Riprendiamoci Conchetta" 24 gen 2009
Il corteo per riprendersi ciò che illegalmente ci è stato tolto!
Foto di interni e di wall-painting all'occupazione della Statale di Milano 1990 (Pantera)
Immagini scattate durante i primi giorni dell'occupazione della Statale durante il movimento della "pantera", a inizio anni Novanta.
Foto di un concerto dei Wretched e alcuni pensieri
Ho ritrovato delle foto dei Wretched da me scattate all'Helter Skelter a Milano nel 1986: cos'erano i Wretched per me in un determinato periodo della mia vita.
Anarcopunk pics
Bellissimi scatti di Laura Raf Punk sulla scena anarcopunk inglese 1982.
La lingua batte dove...
Un fotomontaggio di rara potenza e ironia tratto da Decoder numero 1.
Ciclisti a Zanzibar (Tanzania)
Come in Africa usano la bici.
Le foto della presentazione del libro "La luna sotto casa" di Moroni-Martin
Le foto e la registrazione audio dell'evento
Pantere Nere!
Immagini e grafica dall'incontro con Fredrika Newton delle Pantere Nere.
Il mio fotodiario al G8 di Genova - secondo giorno
Due indimenticabili giorni de paura (molto "fix of reality").
Il mio fotodiario al G8 di Genova - primo giorno
Due indimenticabili giorni de paura (molto "fix of reality").
Leggende AHC in Italia anni 80
Tra il 1983 e il 1989 molte band importanti dell'hardcore amercicano hanno calcato i palchi italiani.
Immagini e volantini dal Festival HC al Boccaccio 003
Scatti, immagini e volantini dalla mostra sulla storia del punk hardcore americano, al Boccaccio di Monza, durante le giornate del Festival. Inclusa la devastante performance degli MDC (foto + VIDEO).
Foto Cccp Fedeli alla Linea: 1982-1985
Orgogliosi scatti filosovietici
Mostra fotografica
Vuoi partecipare a una collettiva fotografica?
Mostra fotografica (page 2)
Ritratti e foto di concerti a Milano
Mostra fotografica (page 3)
Foto di concerti a Milano
Mostra fotografica (page 4)
Altre foto di concerti a Milano
Mostra fotografica (page 5)
Hardcore sei stato il primo ammore
Mostra fotografica (page 6)
Hardcore sei stato il primo ammore (parte 2)
Mostra fotografica (page 7)
The crazy gigs @ Helter Skelter
Mostra fotografica (page 8)
Salta salta con Linea Diritta e le foto HC da Vittorio
Mostra fotografica (page 9)
L'arte fotografica di Bicio
Silver Surfers - Live at Helter Skelter 1986
Stage dei Silver Surfer (garage punk) sull'infuocato palco del "clebbino".
Shocking Tv - Live at Helter Skelter 1986
Stage psycho degli Shocking Tv.
La old skul school di Flycat 1989
Un'incredibile scuola di writing sotto un ponte di Rogoredo (Milano).
Linton Kwesi Johnson a Milano 1985
Fotografie da me scattate durante la performance a Milano nel 1985, anticipata dalla contestazione dei punx per la carenza di spazi autogestiti e case.
Photogallery da pellicole di Richard Kern
Snapshot da film dell'underground newyorchese anni Ottanta
1984 in Ticinese. Un tranquillo sabato di casino punk
Uno dei cortei spontanei che i punk erano soliti fare al sabato pomeriggio in Ticinese
31 marzo 1984. DOA al Leoncavallo
Quello della band hard-core canadese fu il primo gig punk al Leoncavallo
Henry Rollins live at Helter Skelter 1987
Esiste band più inumana?
Un concerto dei Raf Punk
Trasgressione formato famiglia.
Flycat e la crew dei "Pals with Dreams" bombardano la Metropolitana Milanese - 1989
Avventura notturna a decorare i treni e i muri. Con fuga finale