Gomma suggerisce la lettura di:

Ian Glasper
Anarcopunk. Il punk politico inglese (1980-1986)
460 pagine con decine di foto

INTERVISTE A E CONTRIBUTI DI: CRASS, POISON GIRLS, CONFLICT, FLUX OF PINK INDIANS, CHUMBAWAMBA, SUBHUMANS, DIRT, ICONS OF FILTH, ZOUNDS, ANTISECT, RUDIMENTARY PENI, RUBELLA BALLET, AMEBIX, HAGAR THE WOMB, MOB, OMEGA TRIBE, STALAG 17, OI POLLOI... E MOLTI ALTRI

AMERICAN PUNK HARDCORE di Steven Blush

464 pagine con centinaia di interviste, decine di foto e manifesti

Tutti i gruppi della scena: Black Flag, Minor Threat, Bad Brains, Bad Religion, Misfits, SS Decontrol, MDC, Adolescents, 7 seconds, Agnostic Front, Faith, e centinaia di altri.

Il libro definitivo sulla scena HC americana

NELLE MIGLIORI LIBRERIE E CENTRI SOCIALI!
compra online su ShaKe

 

“Ci vuole una mente hardcore per scrivere un libro hardcore. Sto parlando di un movimento su cui non esistono archivi, ribelle, indisciplinato, spontaneo. Ho scritto questo libro in puro stile HC, usando tutto quello che avevo” Stephen Blush

 

e ricordati che:

 

"Per suonare l'hardcore non hai bisogno di strofe e ritornelli, non hai bisogno di assoli, non hai bisogno di un cazzo!" Mike Watt – Minutemen

 

GOMMA SUGGERISCE

Prof Bad Trip: critiche anarcopunk

16-04-08

Categoria: Updates



Ho ripescato dall'archivio di Gomma Tv e grazie a John Martin, due articoli usciti rispettivamente sulla punkzine "Nuova Fahrenheit" (numero 3, anno 1981-2) e sulla skinzine "Asociale Oi!" (numero 2, anno 1982-3). Si tratta di testi che riguardano il Prof Bad Trip, il punk e l'anarcopunk. Molto interessanti!



Intervista agli Holocaust

Oltre che a livello storico sulla storia e figura di Bad Trip, questi documenti sono importanti anche per capire il tipo di dibattito che c'era all'interno dell'area punk.
Il primo è una lettera di protesta di Bad Trip indirizzata a Punkrazio da Udine, un'altra figura storica e fondamentale del punk nazionale, e alla sua fondamentale fanza. Il secondo è un'intervista a Bad Trip come membro degli Holocaust. "Asociale Oi!" era tesissimamente skin e meriterebbe un approfondimento per capirci di più su una scena quasi del tutto sconosciuta.
Per quanto dure le critiche di Bad Trip, è evidente che la scena - per quanto piccola ma complessa - era allora ancora molto unita, una unità tra diversità assolutamente impensabile oggi.








LISTA COMMENTI

Nessun elemento
Nessun elemento trovato nel Guestbook

INSERISCI IL TUO COMMENTO

Nome *